WRC: M-Sport mette in dubbio la partecipazione di Adrien Fourmaux al Rally del Portogallo

Malcolm Wilson e Richard Millener si incontreranno per parlare del futuro del pilota francese

Foto: Adrien Fourmaux

Non è iniziato nel migliore dei modi la stagione 2022 del FIA World Rally Championship per Adrien Fourmaux. Dopo il bruttissimo incidente al Rally di Monte-Carlo ed il problema meccanico al Rally di Svezia, il pilota francese ha siglato l’ennesimo ritiro anche al Rally di Croazia in seguito ad un’uscita di strada. Il portacolori del team M-Sport è finito in un giardino di una casa saltando il fossato a bordo strada. Fourmaux ed il suo navigatore Alexandre Coria sono usciti dall’abitacolo senza problemi, mentre la Puma Rally1 ne è uscita malconcia.

L’inizio di stagione disastroso di Fourmaux ha messo in discussione il suo futuro, con Malcolm Wilson e Richard Millener che potrebbero decidere di lasciarlo senza un sedile per il Rally del Portogallo.

Ecco ha dichiarato il Team Principal al sito Dirtfish.com: “Durante la settimana parleremo molto e dovremmo prendere delle decisioni. Adrien ha fatto molti errori su asfalto in questo momento. Troppi. Abbiamo iscritto Adrien al Rally del Portogallo e, senza dubbio, vorrà fare bene. Ma abbiamo varie opzioni a nostra disposizione. Possiamo andare avanti come se nulla fosse accaduto, farlo correre in Portogallo e andare avanti, oppure non farlo gareggiare più con una Rally1. Sappiamo che Adrien ha avuto un test completamente asciutto e che non era l’ideale per un rally bagnato come la Croazia, ma dobbiamo dire che anche gli altri piloti hanno testato in condizioni d’asciutto. Questo è frustrante per tutti noi. Il pilota lo sa cosa serve per mettere insieme l’auto, lo sforzo che ci vuole; Adrien era in officina dopo il suo incidente a Monte Carlo a lavorare con il team, ma non basta continuare a presentarti in officina e chiedere scusa. Questa non è una squadra junior. È un ambiente che ti mette tanta pressione. È uno dei piloti di punta del team e lo sappiamo che ha tanta pressione addosso, ma deve riuscire a non cadere e fare altri errori“.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Le penalità dopo la Feature Race di Imola Successivo ETCR: Bruno Spengler terzo nome di Romeo Ferraris

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.