WRC: Malcolm Wilson difende il suo team

Il Rally di Monte-Carlo é stato disastroso per il Team M-Sport. Teemu Suninen é uscito di strada mentre stava affrontando la PS1, mentre Gus Greensmith ha conquistato solamente un ottavo posto assoluto. In molti hanno criticato la scelta di Richard Millener (Team Principal), il quale ha deciso di affidare la prima Ford Fiesta WRC Plus al pilota britannico per tutta la stagione, mentre la seconda vettura verrá condivida dal pilota finlandese e da Adrien Fourmaux. Il motivo di questa scelta é puramente economica e, vista la situazione che stiamo affrontando in seguito alla pandemia da Covid-19, era logico che M-Sport scegliesse dei piloti paganti. Viste le tante critiche verso la sua squadra, Malcolm Wilson ha deciso di difendere il team attraverso un’intervista rilasciata al sito Dirtfish.com. Ecco di seguito le su dichiarazioni.

Malcolm Wilson: ‘‘Le persone non pensano che mi piacerebbe avere Sébastien (Ogier), Ott (Tanak) ed Elfyn (Evans) nella mia squadra come avevamo fatto nel 2017? Fidati di me, se potessi, lo farei e se lo facessi non commetterei errori, il risultato sarebbe lo stesso di quattro anni fa: vinceremmo tutto. Ma in questo momento abbiamo priorità diverse. Tutto quello che sto facendo è volto a mantenere l’azienda in funzione, superare questo periodo da incubo causato dal COVID-19 e dalla Brexit. Inoltre dobbiamo preparare al meglio la nuova vetture che vedremo nel 2022. Ma prima della prossima stagione, non ti dimenticare che abbiamo ancora tanto sviluppo per la Ford Fiesta WRC Plus. Abbiano ancora il nuovo motore, per esempio. Peró, non mi dispiace dirti che l’obiettivo principale per me é quello di tornare in vetta il prossimo anno, con l’auto ed il pilota più veloci. Voglio tornare davanti l’anno prossimo e se questo significa sacrificare questa stagione per ottenerlo, allora è quello che faremo. Quest’anno correremo con Teemu, Gus e Adrien. Cercheremo di ottenere i migliori risultati possibili con loro. Ad essere sincero, non mi interessa quello che il mondo esterno stia dicendo su di noi in questo momento. Se qualcuno di quelle persone avesse la minima idea di ciò che Richard Millener e tutta la squadra hanno passato solo per portarci a Montecarlo, forse penserebbero di piú prima di scrivere. È giusto dire che, tra il coronavirus, la Brexit e la crisi economica che ne deriva da questi due fattori, siamo salpati nella tempesta perfetta. Se non ti dispiace, mi concentreró al massimo per portare questa nave dall’altra parte della tempesta”.

Andrea Galati Giordano

.

Precedente Il Team Chiodo Moto Racing svela i suoi programmi nel WorldSSP e nel WorldSSP300 Successivo F3 Asia: Zhou porta a casa la prima gara stagionale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.