WRC: Ott Tänak si porta a casa il Rally Italia Sardegna

Gara perfetta del pilota estone. Prima vittoria nell’era ibrida per Hyundai

Foto: Ott Tänak

Un grandissimo Ott Tänak si è aggiudicato la 19esima edizione del Rally Italia Sardegna, quinto atto del FIA World Rally Championship. La gara del pilota estone è stata semplicemente fantastica. Il portacolori della Hyundai si è reso protagonista di una bellissima battaglia con Esapekka Lappi, fino a quando il finlandese non è stato costretto al ritiro nella prima prova del sabato. Tänak ha poi siglato ottimi tempi, chiudendo la gara sarda in prima piazza e con un vantaggio di 1’03”2 nei confronti dell’ottimo Craig Breen. Finalmente il pilota irlandese è tornato sul podio dopo averlo conquistato al Rally di Monte-Carlo. Dani Sordo ha piazzato la sua Hyundai i20 Rally1 in terza posizione. Lo spagnolo ha fatto tutto quello che gli ha chiesto la squadra, ovvero conquistare punti importanti per il Titolo Costruttori. Detto fatto. Sordo ha preceduto Pierre-Louis Loubet, autore di una grandissima gara con la Ford Puma Rally1,e Kalle Rovanperä. Il pilota finlandese ha ottenuto un buon quinto posto, ma dobbiamo dire che il portacolri della Toyota ha fatto fatto da apripista in tutte le prove del venerdì. Rovanperä avrebbe potuto rischiare qualcosa in più nelle due giornate sucessive, ma alla fine ha ottenuto punti importanti che gli hanno permesso di allungare in classifica. Takamoto Katsuta e Gus Greensmith hanno concluso, rispettivamente, in sesta e settima piazza, mentre Thierry Neuville, Elfyn Evans Esapekka Lappi, e Adrien Fourmaux dovranno dimenticare presto il Rally Italia Sardegna. Il belga ha dovuto fare i conti con la rottura dell’albero trasmissione nella giornata di venerdì, scendendo in fondo della Top 10. Poi, sabato, ha cercato di rimontare, ma la sua giornata si è conclusa con un incidente. Tuttavia, Neuville è riuscito a ripartite per l’ultima tappa ed è riuscito a conquistare i 5 punti della Power Stage. La gara di Evans è stata invece caratterizzata dalla rottura della pompa dell’acqua (venerdi) e dalla rottura di una sospensione (sabato), mentre Lappi ha gettato nelle ortiche un ottimo risultato staccando la ruota posteriore durante la prima prova del sabato. Per quanto riguarda Fourmaux, il francese si è reso protagonista dell’ennesima uscita di strada.

Nel WRC2, invece, Nikolay Gryazin ha piazzato la sua Skoda Fabia Rally2 Evo davanti a tutti. Il pilota russo ha preceduto la Citroen C3 Rally2 di Jan Solans e la Ford Fiesta Rally2 di Jari Huttunen. Weekend da dimenticare per Andreas Mikkelsen e per Teemu Suninen. Il pilota norvegese conduceva indisturbato la classe cadetta, ma nella PS13 la sua vettura ha patito un problema tecnico, costringendolo al ritiro. Suninen, invece, ha lottato con i problemi d’affidabilità della Hyundai i20 Rally2. Subito fuori Yohan Rossel, autore di un’uscita di strada nella PS3.

Jan Černý ha approfittato del ritiro di Diego Domínguez per imporsi tra i protagonisti del WRC3. Il ceco ha preceduto Zoltán László, mentre il nostro Enrico Brazzoli è stato costretto al ritiro nella giornata di ieri.

Pablo Biolghini-Stefano Pudda sono stati i migliori degli equipaggi italiani, chiudendo la gara sarda in 23esima posizione assoluta. Silvano Patera-Danilo Fappani e Francesco Tali-Cristina Caldart hanno concluso, rispettivamente, in quinta e sesta posizione tra i protagonisti del WRC2 Master, mentre Carlo Covi-Andrea Budoia non sono andati oltre all’ottavo posto (WRC2 Master). Gabriele Campagnoli e Nicola Arena hanno piazzato la Ford Fiesta Rally3 in 31esima posizione assoluta, mentre alle loro spalle troviamo la Fabia R5 di Giuseppe Messori-Paolo Cottu. Giuseppe Barbati-Marco Pollicino hanno concluso in 40esima posizione assoluta, mentre due posizioni dopo troviamo la Peugeot 208 R5 di Francesco Marrone-Francesco Fresu.

I protagonisti del FIA World Rally Championship torneranno a darsi battaglia tra settimane, quando nel weekend del 26 giugno andrá in scena il Safari Rally.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto3: Izan Guevara stravince a Barcellona Successivo 24H Spa: Trionfo BMW con passerella finale. Gara sospesa per oltre 2 ore causa pioggia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.