WRC: Sebastien Ogier e Julien Ingrassia vincono l’Aci Rally Monza e si portano a casa l’ottavo titolo

L’equipaggio francese vince la gara lombarda e chiude alla grande l’era delle WRC Plus. Toyota vince il Titolo Costruttori

Sebastien Ogier e Julien Ingrassia hanno vinto la seconda edizione dell’Aci Rally Monza e si portano a casa l’ottavo titolo. Il duo francese si è reso protagonista di una bellissima battaglia con Elfyn Evans e Scott Martin. I due equipaggi della Toyota, infatti, si sono scambiati la leadership della corsa un paio di volte ieri ma, nella giornata odierna, Evans ha perso un paio di secondi dopo essere finito in testacoda mentre stava affrontando la penultima PS. Anche Ogier ha sudato freddo: sulla terzultima prova della giornata ha colpito un dissuasore di cemento rovinando cerchio e gomma, ma per sua fortuna non ha riportato danni alla sospensione.

Ogier e Ingrassia salutano quindi le WRC Plus con l’ottavo titolo in tasca, mentre Evans e Martin ci riproveranno l’anno prossimo con la nuovissima Toyota GR Yaris Rally1. Da segnalare che la Toyota ha vinto il secondo titolo costruttori dell’era WRC Plus, terra di conquista di Hyundai negli ultimi due anni. Il Team di Alzenau è salita sul podio grazie ad un ottimo Dani Sordo. Lo spagnolo è salito in terza posizione dopo il piccolo incidente di ieri di Thierry Neuville, quarto al traguardo e vincitore della Power Stage. Ottima la quinta piazza assoluta di Oliver Solberg, autore di una gara magnifica con la Hyundai i20 WRC Coupè del Team 2C Competition. Il giovane figlio d’arte ha preceduto la Hyundai i20 WRC Coupè ufficiale di Teemu Suninen, alla sua prima uscita con il team diretto da Andrea Adamo, e la Toyota Yaris WRC Plus di Takamoto Katsuta. Il giapponese ha perso la sesta piazza sulla penultima prova dopo aver colpito un dissuasore di cemento. Katsuta ha rotto la sospensione anteriore sinistra, ma per sua fortuna tra la penultima PS e la Power Stage era previsto un Service, in cui il team è riuscito a sistemare la sua Yaris.

Gus Greensmith ha chiuso il mondiale con un ottavo posto, mentre Kalle Rovanpera ha piazzato la sua Yaris WRC Plus in nona piazza assoluta. Il finlandese doveva solamente portare al traguardo la vettura, quindi non ha spinto più di tanto. Addirittura nella Power Stage ha regalato un paio di donuts ai suoi fans.

E qui dobbiamo fare un grandissimo applauso per i nostri Andrea Crugnola e Pietro Ometto, decimi assoluti e primi tra i protagonisti del WRC3 con la nuovissima Hyundai i20 Rally2. L’equipaggio italiano ha battuto la Citroen C3 Rally2 di Yohan Rossel, vincitore del titolo WRC3, e la Skoda Fabia Rally2 Evo di Kajetan Kajetanowicz. Infine, Jari Huttunen ha subito portato in alto la Ford Fiesta Rally2 del Team M-Sport. Il giovane finlandese, infatti, si è imposto nel WRC2, battendo le Skoda Fabia Rally2 Evo di Andreas Mikkelsen, rallentato da una foratura nel primo giorno di gara, e di Enrico Brazzoli.

Precedente F1: Bottas e Verstappen penalizzati in Qatar per le bandiere gialle Successivo WSSP: Cluzel trionfa a Mandalika in Gara 2

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.