WRC: Toyota e Hyundai vorrebbero alcune modifiche al regolamento ibrido

I due team hanno chiesto alla FIA di aggiornare i regolamenti sportivi per evitare che i piloti siano costretti a ritirarsi dai rally quando le loro vetture riscontrano problemi con il sistema ibrido

Foto: Ott Tänak

L’ibrido nel FIA World Rally Championship sta già suscitando i primi malumori nei team. Toyota e Hyundai, infatti, sono state costrette a ritirare le vetture di Elfyn Evans e di Ott Tänak dal Rally di Svezia perché le loro auto hanno riscontrato un problema all’unità ibrida.

Il pilota estone ha iniziato alla grande il Rally di Svezia, ma sulla PS5 il sistema ibrido della sua Hyundai ha cominciato a fare i capricci dopo un atterraggio. Nonostante il problema, Tänak è riuscito a segnare il miglior tempo ma, durante il trasferimento tra la PS5 e la PS6, sulla sua vettura è comparsa la luce rossa. Il portacolori del team di Alzenau è stato quindi costretto ad alzare bandiera bianca perché la sua vettura non era sicura.

Per quanto riguarda Evans, il portacolori della Toyota ha gettato nelle ortiche un possibile secondo posto. Nella prima prova di ieri, infatti, il pilota gallese è finito ad alta velocità contro un cumulo di neve, danneggiando l’avantreno della sua Toyota Yaris GR Rally1. Evans è riuscito in qualche modo a riparare la vettura, ma purtroppo il sistema ibrido della vettura si è danneggiato. La luce, infatti, è diventata rossa, quindi Evans non ha potuto fare altre che parcheggiare la sua auto.

I due piloti avrebbero potuto continuare la loro gara grazie al motore termico, ma i regolamenti sono chiari: se la spia del sistema ibrido diventa rossa ti ritiri dalla gara, poiché la vettura non è sicura.

Questi ritiri hanno suscitato i primi malumori all’interno di Toyota e Hyundai, con le due quadre che hanno chiesto alla FIA di aggiornare i regolamenti sportivi.

Julien Moncet, Vicedirettore di Hyundai Motorsport, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al sito Autosport.com: “Prima di tutto, Ott è molto frustrato e lo siamo anche noi, dato che stava svolgendo un’ottima gara. Sappiamo quanto possa andare veloce in Svezia. Il suo ritiro è stato molto deludente per noi. Con gli altri costruttori e con la FIA dobbiamo apportare alcune modifiche al regolamento sportivo per evitare di nuovo questa situazione. Lavoriamo tutti insieme. Abbiamo già avuto qualche incontro nel fine settimana e dobbiamo fare in modo di aggiornare le regole, cosi da evitare queste situazioni.”

Anche Jari-Matti Latvala, Team Principal di Toyota), ha detto la sua su Autosport.com: “Vedo che abbiamo troppi problemi con le unità ibride al momento. Devono essere stabili e non dovrebbero essere il motivo per cui il costruttore é costretto a ritirarsi da una gara, quindi credo che ci sia la possibilità di migliorare qualcosa. Speriamo che la FIA faccia dei cambiamenti seri su questa faccenda. Cambiare alcune cose al regolamento sportivo potrebbe essere una grandissima cosa. Capiamo che nel mondo del Motosport ci siano vari problemi, ma purtroppo nelle unità ibride non possiamo mettere le mani, poiché sono fornite da terze parti. Un problema al sistema ibrido non deve impedirci di continuare la gara. La sicurezza é la prima priorità, ma credo che una soluzione si possa trovare.”

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Sospesa la WTCR Race of Russia Successivo Un 2022 ''Tricolore'' per Fabrizio Giovanella

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.