WSBK: Haslam wild card con Pedercini in 4 appuntamenti

Il pilota britannico ritrova la squadra con cui prese parte al round conclusivo in Qatar della stagione 2016

Le porte della World Superbike per Leon Haslam rimangono ancora aperte. Dopo il recente abbandono del Mondiale Superbike per ritornare nella serie d’oltremanica, il vincitore della stagione 2018 del BSB ritornerà nel Mondiale delle derivate di serie per quattro appuntamenti della stagione 2022 con il team Pedercini Racing.

Il pilota britannico, tornato a vestire i colori della Kawasaki in vista del suo ritorno nel British Superbike con Lee Hardy Racing, disputerà quattro wild card con la squadra di Lucio Pedercini a Misano, Donington Park, Most e Portimão, unendosi al team con il quale prese parte all’ultimo round della stagione 2016 in Qatar, dove conquistò un 11° posto in Gara 1 ed un 5° in Gara 2.

Lucio Pedercini, Team Principal: “Il ritorno di Leon nella nostra squadra è una chance perfetta. Entrambi abbiamo ancora molto da dire in pista e nel paddock della WorldSBK e non vediamo l’ora di intrattenere il pubblico per quattro round di pura passione! Grazie alle nostre conoscenze e alle sue capacità, siamo fiduciosi che daremo battaglia e speriamo di portare dei buoni risultati come abbiamo fatto insieme in passato. Di sicuro sarà molto divertente.

Leon Haslam: “Sono super emozionato. Conosco Lucio da molti anni e in realtà ho corso contro di lui ai tempi in cui ho iniziato. Ho fatto una wild card una tantum con la squadra in Qatar qualche anno fa e sono riuscito a finire nei primi cinque ed ho un sacco di bei ricordi. Essere in grado di tornare e correre di nuovo con loro dopo tutti questi anni è davvero emozionante per me e spero che possiamo ottenere alcuni buoni risultati insieme. L’obiettivo è ovviamente il BSB, ma siamo stati in grado di trovare una soluzione che mi vedrà tornare nella WorldSBK per queste quattro gare e non vedo l’ora.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP: Marc Márquez al rientro ad Austin Successivo F1: Orari TV del GP dell'Australia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.