WSBK: la seconda giornata di test ad Aragón vede Redding in vetta

credits: worldsbk.com

Si è da poco conclusa la sessione di test della World Superbike ad Aragon. Le condizioni meteo e quelle della pista erano leggermente più calde rispetto a ieri, con temperature che hanno raggiunto i 40° C nel pomeriggio. Ad ottenere il miglior crono è stato Scott Redding con il tempo di 1:48.780, soli 13 millesimi più lento del record Superpole stabilito da Jonathan Rea nella passata stagione. Completa la doppietta targata Ducati, Michael Rinaldi, che si è piazzato a 5 decimi dal compagno di squadra lavorando soprattutto per migliorare in uscita di curva.

La prima delle Yamaha è quella di Garrett Gerloff, che ha anche percorso 73 giri lavorando sul passo gara. Chaz Davies ha chiuso quarto, confermando il suo momento di forma e provando nuovi aggiornamenti ai freni e alle sospensioni. Piccola caduta in curva 15 per Andrea Locatelli, che ha comunque condotto una buona sessione, chiudendo con il quinto tempo.

Per poter adattarsi al meglio al cambiamento da MotoGP a SBK, Tito Rabat è stato ancora una volta quello che ha portato a casa più giri, ben 97 questa volta. Quest’oggi il pilota di Barni Racing Team ha sofferto di più, dovendo anche fare i conti con dei problemi tecnici alla sua Ducati Panigale V4 R e anche per questo motivo ha chiuso sesto.

A seguire il rookie Axel Bassani, mezzo secondo più lento di Rabat; il campione in carica della Superbike giapponese, Kōta Nozane, termina 8°; infine Christophe Ponsson è l’ultimo tra i piloti WSBK. Infatti, a questi 9 si sono aggiunti anche Federico Caricasulo e Jules Cluzel, ovvero la line-up del team GMT94 Yamaha facente parte del campionato WSSP.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Anche a Sanremo Scalzotto primo dei non ibridi Successivo TCR Europe: Tom Coronel c'è

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.