WSBK: Razgatlıoğlu domina Gara 1 a San Juan

credits: Twitter FIM

Il turco della Yamaha festeggia i suoi 25 anni trionfando nella prima gara dell’Argentina ed allungando su Rea in campionato

Toprak Razgatlıoğlu festeggia al meglio il suo 25° compleanno, dominando la prima gara del Gran Premio dell’Argentina della World Superbike a San Juan, con una vittoria mai messa in discussione. Il pilota turco è scattato benissimo dalla prima fila ed ha conquistato la testa della gara praticamente subito, a causa della scivolata di Scott Redding in curva 1. Il poleman riuscirà comunque a ripartire e a rimontare, mentre il 2° posto viene preso immediatamente da Jonathan Rea.

L’alfiere della Kawasaki ha provato a mettere inizialmente pressione su Razgatlıoğlu, ma una volta accortosi di non avere lo stesso ritmo ha deciso intelligentemente di accontentarsi del 2° posto in ottica campionato. I due hanno così corso sostanzialmente in solitaria per tutta la gara argentina.

La stessa cosa, invece, non si può dire della battaglia che si è scatenata per accaparrarsi il 3° gradino del podio, lotta che alla fine ha sorriso a Michael Rinaldi. L’italiano ha mostrato un passo impressionante nella seconda parte di gara, risultando più veloce anche del duo di testa. La Ducati ottiene così un podio, il 10° in carriera per Rinaldi, il quale guadagna dunque nella lotta al 4° posto nella classifica generale e può ambire ad una Superpole race da favorito domani.

Bisogna fare i complimenti anche ad Axel Bassani, nuovamente migliore degli indipendenti e a lungo in lotta con Alex Lowes per il podio, perlomeno prima che tornasse un indiavolato Rinaldi. Alla fine è stato l’inglese ad uscire vittorioso dalla bagarre praticamente all’ultimo giro.

Ha faticato invece sulla distanza Andrea Locatelli, giunto alla fine 8° e venendo preceduto anche da un ritrovato Garrett Gerloff e da Michael van der Mark, migliore delle BMW. Più staccato troviamo il rimontante Redding, a cui vanno fatti gli applausi per aver recuperato fino al 9° piazzamento dopo la scivolata iniziale, seguito dal connazionale Leon Haslam, che ha completato la top 10.

11° posto per Tito Rabat, seguito dal rientrante Chaz Davies, Eugene Laverty, Samuele Cavalieri (che poteva ambire ad una posizione migliore, se non fosse stato per un incursione nella ghiaia) e Kōta Nozane a chiudere la zona punti. Continua il periodo nero delle cadute per Álvaro Bautista, ritirato anche oggi a causa di una scivolata. Non ha concluso la gara neanche Isaac Viñales.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSSP: Jules Cluzel trionfa in Gara 1 a San Juan Successivo BSB: Mackenzie trionfa nella prima gara a Brands Hatch ed allunga le mani sul titolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.