WSBK: Razgatlıoğlu vince di misura su Rea in Gara 1 ad Jerez, 3° Redding

credits: Twitter Yamaha Racing

Nona vittoria stagionale per il turco della Yamaha, che regola Rea con un sorpasso deciso ed allunga in campionato

Toprak Razgatlıoğlu ha trionfato in Gara 1 ad Jerez nella World Superbike, seppur per appena mezzo secondo sul rivale diretto per il titolo, Jonathan Rea. I due sono stati insieme praticamente per tutta la gara, toccandosi anche in un’occasione, ma alla fine è stato l’alfiere della Yamaha a spuntarla con un sorpasso deciso verso metà gara. Rea ha provato sul finale a rimontare quel gap, ma si è dovuto accontentare del 2° piazzamento, limitando i danni al meglio e andando così a 6 punti di distacco in campionato.

Non è mancata nemmeno la battaglia per il 3° posto, vinta da Scott Redding nelle ultimissime fasi sul nostro Andrea Locatelli, autore di un’ottima gara ma incapace di rispondere all’attacco del britannico. Sono comunque punti fondamentali per il pilota Yamaha, poiché Michael Rinaldi è caduto mentre occupava la terza posizione (strana la dinamica, probabilmente un problema alla gomma). I due adesso sono vicinissimi in campionato dove si stanno giocando il 4° piazzamento con appena 4 punti di distacco.

Continua il trend positivo della Honda, con Álvaro Bautista 5° dopo alcuni sorpassi iniziali, seppur con 8 secondi di ritardo dalla vetta. Grandissima prestazione anche per Loris Baz, sostituto dell’infortunato Chaz Davies, 6° e migliore dei privati nonostante sia alla primissima esperienza con la Ducati V4 R nella WorldSBK, avendo corso con essa solo nel MotoAmerica.

Si decide al fotofinish la lotta per il 7° posto, con Michael van der Mark per un decimo davanti ad Axel Bassani, ancora una volta velocissimo tanto da precedere piloti come Alex Lowes (nono con una mano rotta ed unfit per Gara 2) e Garrett Gerloff, il quale completa la top 10.

Solo 11° Leon Haslam, il quale ha faticato particolarmente nella seconda parte di gara. Fa piacere rivedere in pista Eugene Laverty, giunto 12° davanti a Kōta Nozane, Jonas Folger e Cristophe Ponsson a chiudere la zona punti. Oltre al già citato Rinaldi segnaliamo la caduta di Samuele Cavalieri ed il ritiro di Leandro Mercado per un problema tecnico.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F1: Sostituzione del cambio per Giovinazzi, ma non perderà alcuna posizione Successivo WSSP: Dominique Aegerter domina la gara di Jerez, Yamaha campione costruttori

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.