WSBK: Rea scende in pista per i test di Jerez

Credits: WorldSBK.com

Si sarebbero dovuti svolgere all’incirca due settimane fa i test sulla pista andalusa per alcuni team della World Superbike e della MotoGP. Tuttavia, a causa del maltempo, si sono svolti tra ieri e mercoledì.

Fra le squadre presenti c’era Kawasaki Racing Team, con Jonathan Rea che ha potuto testare solamente nel giovedì pomeriggio percorrendo 40 giri, mentre Alex Lowes era assente a causa di un infortunio rimediato durante un allenamento su una pista di flat track. Rea è quindi stato il solo a provare la nuova Kawasaki ZX-10RR, ottenendo il miglior tempo di 1:40.6 e rimanendo soddisfatto per il feeling che ha avuto con la moto.

Ecco le sue parole: “È stato davvero bello guidare la moto dopo diverso tempo dall’ultima volta. Ringrazio molto il mio team per lo sforzo e l’impegno che ha messo in campo per essere qui. In questo momento viaggiare è difficile per tutti. Avevamo intenzione di provare mercoledì ma abbiamo trovato brutto tempo. Quindi abbiamo deciso di fermarci qui e di compiere dei giri molto utili nella giornata di giovedì. Ringrazio ancora tutti per questo test che ci ha dato delle indicazioni utili. Avevamo bisogno di alcune conferme in merito a delle parti su cui abbiamo lavorato nel post stagione. Ho avuto delle ottime sensazioni. La pista in alcune curve era ancora bagnata dal giorno prima ma sono comunque riuscito a capire la moto, i cambiamenti e a fornire molti dati e informazioni agli ingegneri. A fine test posso dire di essere molto soddisfatto in merito a quanto abbiamo fatto, mi sento davvero bene in sella alla moto. Il lavoro che ho fatto a casa sta dando i suoi frutti e non vedo l’ora di tornare a guidare.

Il capotecnico di Rea, Pere Riba, fa chiarezza su quali componenti si sono focalizzati: “Finalmente dopo la pioggia caduta mercoledì siamo riusciti a girare e abbiamo trascorso quasi tre ore in pista nel pomeriggio di giovedì. È stato importante dato che avevamo delle cose da provare per quanto riguarda il motore, diverse mappature e anche in merito all’elettronica su cui stiamo lavorando molto quest’inverno. Questo test sull’asciutto è stato molto importante. Infatti girare sul bagnato sarebbe stato inutile. Ieri pomeriggio siamo riusciti a provare tutto quello che volevamo. Abbiamo raccolto tutte le informazioni e sono molto felice. Questo tipo di cose richiedono la comprensione e il feeling da parte del pilota; abbiamo percorso un buon numero di giri, sono soddisfatto e ora con questi dati possiamo prepararci per i prossimi step e per migliorare sempre più. I tempi sul giro non sono un riferimento assoluto dato che alcune curve erano ancora un po’ bagnate. La pista non era del tutto asciutta ma comunque lo era abbastanza. Al termine di questo test Johnny è contento e ha un buon feeling. Ovviamente dobbiamo confermare queste cose su altre piste dove svolgeremo dei test. Nel complesso si è trattato di una buona prova e sono contento.

Adesso ad attendere il Kawasaki Racing Team ci sono i test di Portimão di inizio marzo, per cui la squadra giapponese spera di recuperare Lowes.

Precedente WRC: Mauro Miele al via dell'Artic Rally Finland Successivo Formula 3: Clément Novalak con Trident

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.