WSBK: Rea sigla il miglior tempo a Magny-Cour e conquista la l’ottava pole consecutiva

Nuovo grande traguardo raggiunto dal campione del mondo che precede di poco Razgatlıoğlu. Redding solo ottavo

La Superpole della World Superbike a Magny-Cours è stata come sempre spettacolare, con Jonathan Rea che ha resistito alla pressione dei suoi avversari per mettere a segno un altro grande giro record e andandosi a prendere l’ottava pole position consecutiva. Dietro di lui troviamo Toprak Razgatlıoğlu e Tom Sykes.

Dopo i primi cinque minuti in testa c’è Sykes davanti a Razgatlıoğlu e Rea. I primi sette girano in 1:36, mentre Scott Redding, come da sua strategia, attende prima di iniziare a girare in modo da avere una buona situazione in pista, ma al primo tentativo è soltanto decimo. Con la gomma da qualifica è possibile un solo tentativo. Gli ultimi cinque minuti sono combattutissimi: Alex Lowes con un 1:36.025 si porta al comando prima di essere scalzato dall’1’35.784 del turco.

Rea riesce a risalire dalla settima alla prima posizione, mettendo a segno un nuovo giro record in 1:35.683 che gli vale il record assoluto di otto pole consecutive battendo quello del 2009 di Ben Spies, che si era fermato a sette. Rea inoltre regala a Kawasaki la pole numero 100 in Superbike. Razgatlıoğlu è staccato di soli 101 millesimi e precede Sykes; in prima fila quindi abbiamo ben tre case, Kawasaki, Yamaha e BMW.

Ad aprire la seconda fila troviamo Lowes, che si mette alle spalle Andrea Locatelli, tra i primi sei in Superpole per la terza volta consecutiva. Un grande passo avanti lo compie Leon Haslam, che chiude al sesto posto. Questa per lui è la miglior prestazione stagionale in Superpole.

Sessione tutt’altro che indimenticabile per la Ducati: Michael Rinaldi è settimo e per la prima volta in questa stagione (anche se per soli 70 millesimi) si mette alle spalle il suo compagno di box Redding. Per la prima volta in questo 2021 il pilota inglese manca l’accesso nelle prime due file, chiudendo con l’8° posto finale. A chiudere la terza fila è la BMW di Michael van der Mark, che punta a fare bene su una pista in cui dal 2016 è sempre andato a podio anche se avrà tanto lavoro da fare per sperare di proseguire su questa striscia.

Decimo tempo per il beniamino di casa Lucas Mahias, caduto ad alta velocità alla curva 1 ma fortunatamente senza riportare conseguenze. Il pilota francese, tuttavia, è stato dichiarato “unfit” per la giornata di oggi, e dovrà sperare di correre almeno domani. Quarta fila tutta occupata da piloti Indipendenti dato che alle spalle del francese troviamo Chaz Davies Garrett GerloffÁlvaro Bautista è solo 14° dietro ad Axel Bassani.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSSP: Prima pole in carriera per Bernardi, con record a Magny-Cours Successivo Jari-Matti Latvala: ''Toyota non può offrire un test a Kimi Räikkönen fino alla metà del 2022''

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.