WSBK: Rea vince la Superpole Race di Barcellona

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
credits: Twitter Kawasaki Racing EU

Il pilota della Kawasaki trionfa in volata davanti a Razgatlıoğlu. Bautista torna sul podio a distanza di un anno

La Superpole Race del Gran Premio di Catalogna della World Superbike ha visto la vittoria di Jonathan Rea, che alla bandiera a scacchi ha preceduto in volata Toprak Razgatlıoğlu per soli 2 decimi. Quella di Barcellona è una gara storica, dato che è la numero 325 nella storia della WorldSBK con tre costruttori diversi sul podio grazie al terzo posto di Álvaro Bautista.

Razgatlıoğlu alla curva 1 va in testa, ma ben presto deve fare i conti con Rea e Scott Redding. La sfida prosegue fino al quarto giro, quando viene esposta la bandiera rossa per una caduta che alla curva 11 vede coinvolti Lucas MahiasChaz Davies, il quale è stato portato al centro medico per accertamenti. Il gallese è stabile e cosciente, ma gli è stata riscontrata una contusione lombare. È stato trasferito all’Ospedale di Catalogna per ulteriori accertamenti e dichiarato non idoneo per Gara 2. Mahias ha preso il via alla ripartenza ma dopo tre giri è rientrato ai box.

La griglia di partenza per il nuovo via di cinque giri si basa sull’ultimo passaggio cronometrico per tutti i piloti: davanti a tutti scatta quindi Razgatlıoğlu con alle spalle Rea e Redding. Nel corso del primo giro infuoca la battaglia nel gruppo di testa ma ad avere la meglio è Rea che precede il turco della Yamaha.

Bautista parte sesto e chiude terzo tornando così sul podio che gli mancava da Aragón 2020: un’assenza di ben 37 gare, ed oggi pomeriggio in Gara 2 partirà dalla prima fila. Bautista era secondo davanti a Razgatlıoğlu, ma poi il turco lo ha superato. Quarto posto per Alex Lowes, che aprirà la seconda fila di Gara 2 davanti a Michael Rinaldi ed Axel Bassani. Il veneto partirà sesto in Gara 2 dopo l’eccezionale podio di ieri in Gara 1 e la brutta caduta nel Warm Up di stamattina.

Due Honda nelle prime sette posizioni grazie anche al settimo posto di Leon Haslam, che precede lo statunitense Garrett Gerloff. Miglior risultato di sempre nella World Superbike per Christophe Ponsson, che termina nono davanti a Leandro MercadoSamuele Cavalieri; anche per il pilota di Comacchio di tratta del miglior risultato in carriera.

Gara totalmente da dimenticare per la BMW, con il contatto tra i due portacolori della casa bavarese che si sono toccati alla curva 6 nel corso del primo giro: Michael van der Mark è finito nella ghiaia mentre Tom Sykes è riuscito a riportare la sua moto ai box. L’olandese ha perso l’anteriore della sua M1000RR alla curva 6 e si è toccato con Sykes. Nessuno dei due ha potuto prendere parte alla ripartenza della gara.

Andrea Locatelli e Kōta Nozane si sono ritirati dopo l’incidente che li ha visti protagonisti alla curva 11 alla ripartenza e che ha coinvolto anche Lowes e Redding. Il fatto è finito sotto investigazione da parte degli Stewards, che hanno deciso di non prendere alcun provvedimento. Redding per evitare il contatto con i due piloti Yamaha è stato costretto a finire sulla ghiaia ed ha chiuso la gara in quindicesima posizione.

Precedente Moto3: Dennis Foggia vince il Gran Premio di San Marino Successivo Moto2: Raúl Fernández trionfa anche a Misano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.