WSBK: Redding trionfa a Barcellona in una storica tripletta Ducati. 4° Rea, Out Razgatlıoğlu

Sull’asfalto bagnato di Barcellona Redding trionfa davanti a Bassani e Rinaldi. Razgatlıoğlu fermato da un problema tecnico. Rea nuovamente leader di campionato

Uno scroscione di pioggia prima del via è la miglior ricetta per l’emozionante Gara 1 del Gran Premio di Catalogna della World Superbike. La vittoria va a Scott Redding, che a Barcellona precede Axel Bassani al suo primo podio in carriera, con anche Michael Rinaldi sul podio a completare una splendida tripletta Ducati. Il Campionato vive un altro momento molto importante nella lotta per il titolo.

Al via Jonathan Rea si ritrova in decima posizione ma alla fine porta a casa comunque punti importanti, grazie allo zero di Toprak Razgatlıoğlu, vittima di un problema tecnico nel corso del 15° giro. Il nordirlandese della Kawasaki, infatti, grazie al 4° posto di questo pomeriggio si riporta al comando della classifica con 6 punti di vantaggio sul turco della Yamaha.

Bassani si porta nelle posizioni di testa e nella prima metà di gara lotta con Razgatlıoğlu per poi riavvicinarsi a Rea. Il pilota del team Motocorsa va al comando quando il turco accusa il problema tecnico citato prima. Con il passare dei giri i due piloti ufficiali Ducati, Rinaldi e Redding trovano un bel passo, andando a rimontare su Rea e Michael van der Mark.

Nelle fasi finali Redding sorpassa il compagno di squadra Rinaldi e poi la Ducati privata di Bassani, andando così in testa alla gara. Sul podio insieme a lui salgono anche gli altri due italiani. La Ducati non faceva una tripletta da Gara 1 di Assen 2012, che aveva visto il trionfo di Sylvain Guintoli davanti al rookie Davide Giugliano e a Carlos Checa.

Un buon quinto posto per van der Mark, il quale ha chiuso alle spalle di Rea e davanti ad Alex Lowes. Bene anche le Honda con il settimo posto di Leon Haslam ed il nono di Álvaro Bautista. Tra loro troviamo il poleman Tom SykesChaz Davies completa la top 10 e si mette alle spalle Kōta Nozane, scattato 12° e protagonista nelle prime fasi di gara.

Andrea Locatelli chiude 12° e fa meglio del francese Lucas Mahias, seguito a sua volta da Isaac ViñalesLeandro Mercado, che completa la zona punti. Samuele Cavalieri, al suo esordio con il Barni Racing Team, è 16° e termina davanti a Christophe PonssonLoris CressonJonas Folger e Lachlan Epis.

Da segnalare l’assenza di Garrett Gerloff, caduto nel giro di schieramento a causa della perdita del posteriore della sua Yamaha YZF-R1 uscendo dalla curva 10. La caduta ha causato danni alla moto e non ha quindi potuto prendere parte alla gara.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoE: Torres vince Gara 1 a Misano e si prende la leadership di campionato Successivo ERC: Andreas Mikkelsen vince il duello con Dani Sordo e si porta a casa il Rally delle Azzorre

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.