WSSP: Baldassarri fa il vuoto a Most in Gara 1. Aegerter out ed unfit per Gara 2

credits: World Superbike

Lo svizzero è vittima di un incidente al via e chiude in anticipo il weekend ceco. Baldassarri domina e torna al successo

Si ferma a 9 il record di vittorie consecutive nella World Supersport conquistato due anni fa da Andrea Locatelli e replicato da Dominique Aegerter a Donington Park due settimane fa. Lo svizzero della Yamaha, infatti, è stato coinvolto in una carambola nel corso del primo giro del Gran Premio della Repubblica Ceca all’Autodrom Most, con Can Öncü che ha fatto uno strike clamoroso: il turco della Kawasaki è entrato troppo baldanzoso in curva 1, mettendo di traverso la propria Kawasaki ed andando a colpire l’incolpevole Raffaele De Rosa, il quale è caduto in terra andando a centrare Aegerter. Lo svizzero è poi carambolato contro Federico Caricasulo, Yari Montella ed Andy Verdoïa, con tutti i piloti coinvolti, ad eccezione del turco, finiti in terra.

credits: Twitter Racesport.nl

Coinvolto anche Nicolò Bulega, il quale è riuscito a rimanere in piedi e proseguire la sua gara, seppur un po’ attardato, la gara ha visto un netto dominio di Lorenzo Baldassarri, fortunato a passare per primo alla prima curva dopo una buona partenza dalla pole position, imprimendo subito il suo passo senza essere disturbato da nessuno, dominando l’intera contesa a suon di giri veloci (tra cui il nuovo record della pista in 1:35.112) per trionfare sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di oltre 6 secondi sui diretti inseguitori.

La lotta per i restanti gradini del podio ha visto coinvolti numerosi piloti, primo fra tutti Adrián Huertas, fortunato a passare indenne alla prima curva e trovatosi in seconda posizione nelle fasi iniziali. Tuttavia il passo dello spagnolo non è stato all’altezza degli altri, con Valentin Debise che ha guidato il gruppo degli inseguitori composto da Glenn van Straalen, Steven Odendaal, Stefano Manzi e Bulega, nel frattempo risalito fino a lottare per il podio.

La lunga bagarre per il 2° ed il 3° posto ha visto vincitore l’italiano della Triumph, che ha conquistato il secondo gradino del podio al photofinish davanti all’ottimo Odendaal, chiamato dal team Kallio Racing a sostituire l’infortunato Alessandro Zetti ed autore di un ottima gara. Fuori dal podio Debise e van Straalen, con un incredibile Niki Tuuli in 6ª posizione dopo un recupero furibondo che l’ha portato a ridosso della lotta per il podio, portandosi dietro il compagno di squadra Bahattin Sofuoğlu, autore della sua migliore gara nel Mondiale Supersport, chiudendo davanti ad un Huertas che è velocemente crollato in evidente crisi di gomme.

Solo 9° Bulega, il quale proprio sul finale è andato in ghiaia, rimanendo comunque ancora una volta in piedi, gettando alle ortiche un possibile podio. La top 10 è stata completata da Isaac Viñales, mentre a punti sono andati anche Ondřej Vostatek, Patrick Hobelsberger, Oli Bayliss, Péter Sebestyén e Tom Booth-Amos. 21° Öncü, penalizzato con un ride-through per l’incidente di inizio gara, mentre Aegerter ha concluso con un ritiro e non prenderà parte alla gara di domani a causa di una commozione cerebrale.

credits: World Superbike
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Ducati forza 1000 a Most. Bautista trionfa e regala alla Rossa di Borgo Panigale il millesimo podio Successivo W Series: Alice Powell trionfa in Ungheria e spezza il dominio di Jamie Chadwick

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.