WSSP: Cluzel concede il bis a San Juan. Aegerter terzo e campione del mondo

Il francese della Yamaha trionfa davanti ad Öncü. Ad Aegerter basta il terzo posto dopo la caduta di Odendaal

La lotta per il titolo del Mondiale Supersport giunge al termine con il Gran Premio di Argentina, che al Circuito San Juan Villicum incorona Dominique Aegerter. Allo svizzero è sufficiente il terzo posto alla bandiera a scacchi, mentre Jules Cluzel conserva la sua imbattibilità a San Juan.

Cluzel e Can Öncü partono molto bene come anche Steven Odendaal, che per tenere vive le sue speranze in ottica iridata deve guadagnare almeno tre punti nei confronti di Aegerter. Il sudafricano, però, cade alla curva 1 come conseguenza di un contatto innescato da Manuel González, che finisce sotto investigazione da parte dei Commissari di gara. Aegerter arriva terzo e alla sua prima stagione nella World Supersport si laurea campione del mondo. Odendaal riprende la sua gara che, però, termina al 13° giro alla curva 15, mentre si trova in 14esima posizione.

Cluzel nella seconda metà di gara allunga su Öncü e va a prendersi la quarta vittoria a San Juan. Per il turco si tratta del secondo podio di fila ed il terzo in carriera nella WorldSSP. Péter Sebestyén punta a conquistare il suo primo podio nella classe intermedia, ma si ritrova ben presto a fare i conti con la pressione portata da Aegerter e dal finlandese Niki Tuuli. Entrambi riescono a superare il pilota ungherese.

Aegerter è il secondo svizzero in tre anni a vincere il titolo nella World Supersport, dopo la vittoria di Randy Krummenacher nel 2019. Per Ten Kate Racing si tratta della decima gioia iridata nel Mondiale Supersport e la prima con Yamaha. Hannes Soomer chiude quarto davanti a Sebestyén. L’ultimo ungherese ad arrivare tra i primi cinque era stato nel 2012 a Monza Imre Toth, quarto al traguardo. Per Sebestyén è il miglior risultato della stagione.

Valentin Debise chiude sesto mettendosi alle spalle Vertti TakalaGlenn van Straalen (al suo miglior risultato nella WorldSSP), Marcel Brenner e González. Leonardo Taccini, all’esordio con il team Ten Kate ed in sella ad una Yamaha, è 11° e per la prima volta arriva in zona punti. Dietro di lui ecco Philipp ÖttlSheridan MoraisUnai Orradre e Jeffrey Buis, che chiude la zona punti all’esordio nella Supersport.

Andrés Gonzales si è ritirato al secondo giro, mentre l’altro argentino Matias Petratti ha chiuso al 17° posto dopo la partenza dalla pit-lane per essersi fermato in pista nel corso del Warm Up mattutino, portando all’esposizione delle bandiere rosse. La gara di Tuuli è terminata all’ultimo giro mentre si trovava in quarta posizione.

Precedente BSB: Mackenzie chiude in bellezza il campionato con la vittoria a Brands Hatch in Gara 3 Successivo WSBK: Redenzione per Redding, che trionfa a San Juan in Gara 1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.