WTCR: Bahrain ed Arabia Saudita chiuderanno la stagione 2022

Dopo l’annullamento delle tappe asiatiche il WTCR ha scelto le location di Manama e Jeddah per concludere la stagione in corso

Dopo l’annullamento delle tappe asiatiche del WTCR, la FIA e Discovery Sports Events hanno finalmente svelato le location che ospiteranno i round finali del Mondiale Turismo: fuori gli appuntamenti di Inje, Ningbo e Macao, annullati per le stringenti restrizioni sui viaggi ancora in atto in Estremo Oriente per cercare di arginare la pandemia di covid, le due parti sono riuscite a raggiungere un accordo con il Bahrain International Circuit ed il Jeddah Corniche Circuit.

Dopo il Gran Premio di Alsazia ad Anneau du Rhin, disputato lo scorso 7 agosto, il WTCR osserverà una luna pausa, in piena tradizione con le stagioni precedenti, per poi tornare in azione nel mese di novembre. Nel secondo weekend del penultimo mese dell’anno, le vetture del Mondiale Turismo si sfideranno al Bahrain International Circuit di Sakhir, a pochi passi dalla capitale Manama ed in concomitanza con l’ultimo round stagionale del FIA WEC.

Il gran finale si disputerà nella seconda città più importante dell’Arabia Saudita dopo la capitale Riyad, ovvero Jeddah, che a cavallo fra il 2021 ed il 2022 ha ospitato sia la Formula 1 che la Formula 2 prima della sua prematura dismessa per spostare il GP saudita in un’altra location. Come avvenuto per le gare di F1 ed F2, anche le gare del WTCR si disputeranno di notte, nell’ultimo weekend di novembre.

Le modifiche al calendario sono state approvate dalla recente riunione del FIA World Motor Sport Council e rappresentano una grande opportunità per il WTCR, che non ha mai visitato in precedenza il Medio Oriente, hub chiave del motorsport. C’è comunque da dire che il Bahrain ha già ospitato in passato le vetture del TCR: nelle stagioni 2016 e 2017 si sono svolte a Sakhir due round del TCR International Series, ed il circuito del Bahrain è sempre stato presente nel TCR Middle East, che dopo uno stop forzato a causa della pandemia ritornerà in azione tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023.

Con il WTCR che si unirà all’8 Ore del Bahrain, sede dell’ultimo round del FIA WEC, la WTCR Race of Bahrain sarà caratterizzata da Gara 1 al venerdì e da Gara 2 la mattina del sabato, prima della 8 Ore del Bahrain. Per quanto riguarda l’evento dell’Arabia Saudita, invece, il Jeddah Corniche Circuit utilizzerà un layout alternativo omologato proprio per le vetture Turismo.

credits: Twitter FIA WTCR
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente TCR Italy: Felice Jelmini torna a correre ad Imola Successivo F3: David Schumacher con Charouz e Sebastián Montoya con Campos a Zandvoort

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.