WTCR: Huff torna alla vittoria dopo 3 anni nell’ultima gara stagionale

credits: FIA WTCR

Il pilota della CUPRA centra un successo nel Mondiale Turismo che mancava dal 2018, sfruttando l’incidente fra Muller ed Azcona

Si è conclusa con la vittoria di Rob Huff la stagione 2021 del WTCR – FIA World Touring Car Cup. Il pilota britannico della Zengő Motorsport si è aggiudicato una serratissima Gara 2 della WTCR Race of Russia, regalando alla scuderia ungherese una fantastica doppietta, dopo la vittoria di Mikel Azcona in Gara 1.

A Soči la pioggia si è resa nuovamente protagonista e fin dalla partenza abbiamo visto tantissimi colpi di scena. Pronti via ed Azcona riesce a piazzare la propria CUPRA Leon Competición davanti alla Lynk & Co 03 del poleman Yvan Muller, con il francese che poi si è reso protagonista di una piccola battaglia con la Honda Civic TypeR di Néstor Girolami, ma a centro gruppo un contatto tra la Civic TypeR di Attila Tassi e la Audi RS3 LMS di Gilles Magnus ha costretto l’entrata della Safety Car.

La vettura di sicurezza è rimasta in pista per 3 giri, ma dopo essere rientrata ai box è successo il primo episodio chiave della gara. Nella penultima curva Muller ha bloccato le gomme della sua Lynk & Co, e purtroppo non è riuscito ad evitare la CUPRA di Azcona. Il vincitore di Gara 1 è stato costretto a rientrare ai box, mentre il francese è rimasto bloccato nella via di fuga. Nonostante l’incidente, i protagonisti del FIA WTCR hanno ricominciato le loro battaglie, ma nella curva 4 un contatto tra la Lada Vesta Sport di Kirill Ladygin e la CUPRA di Bence Boldizs ha costretto nuovamente l’entrata della Safety Car, poiché il pilota ungherese è finito rovinosamente a muro.

La gara è ripartita al sesto giro. Huff ha subito superato la Honda di Girolami ed ha tagliato il traguardo in prima posizione, mentre l’argentino e stato superato via via dai suoi rivali, concludendo la gara in settima piazza. E cosi sul secondo grandino del podio troviamo le Audi di Frédéric Vervisch e di Nathanaël Berthon, quest’ultimo bravissimo a difendersi dagli attacchi finali di Tassi, uscito indenne dall’incidente con Magnus.

Jean-Karl Vernay ha piazzato la sua Hyundai Elantra N in quinta piazza, precedenso la Lynk & Co di Yann Ehrlacher, vincitore del titolo 2021, e la Honda di Girolami. In Top 10 troviamo anche Norbert Michelisz, Tom Coronel e Luca Engstler. In zona punti ci sono anche Thed Björk e Jordi Gené, quest’ultimo colpito dalla Hyundai del nostro Gabriele Tarquini, che chiude con un mesto ritiro la sua carriera sportiva.

credits: FIA WTCR
credits: FIA WTCR
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP, Franco Morbidelli: "Non ho tempo per preoccuparmi di Ducati" Successivo Daniel Elena lascia il quaderno delle note

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.