WTCR: Santiago Urrutia chiude in bellezza la stagione vincendo Gara 3

La Cyan Racing Lynk & Co ha centrato una grandissima doppietta nell’ultima gara della WTCR Race of Spain ad Aragón, grazie a Santiago Urrutia e Yann Ehrlacher. Il pilota uruguaiano ha sfruttato alla grande la pole position ottenuta ieri, mentre il neo campione ha condotta una gara tranquilla dopo essere partito dalla seconda piazza. Alle spalle delle due Lynk & Co 03 TCR troviamo Jean-Karl Vernay, neo campione del WTCR Trophy con l’Alfa Romeo Giulietta TCR Veloce, e la Lynk & Co 03 TCR di Yvan Muller. Il quarto posto ottenuto in Gara 3 e la decina piazza finale di Esteban Guerrieri hanno permesso a Muller di superare nella classifica del campionato proprio l’argentino della Honda, che quindi chiude l’annata al terzo posto. Bellissimo il duello per il quinto posto che ha visto protagonisti Thed Björk e Mikel Azcona. I due hanno prima subito l’attacco di Muller, poi hanno regalato una battaglia che ha visto prevalere lo spagnolo sul pilota svedese. Norbert Michelisz ha piazzato la sua Hyundai i30 TCR N in settima piazza, mentre Nathanaël Berthon non é andato oltre all’ottavo posto nonostante sia partito dalla terza piazza. Gilles Magnus e Guerrieri hanno chiuso la Top 10. Quest’ultimo deve ringraziare il gioco di squadra. Attila Tassi, infatti, si trovava in Top 10, ma la squadra gli ha ordinato di rallentare per farsi superare dall’argentino, cosi da permettere a Guerrieri di chiudere il campionato in terza posizione. Tassi ha quindi chiuso in undicesima posizione, precedendo Tiago Monteiro, Luca Filippi e Gabriele Tarquini, protagonista di una lotta con Tom Coronel, sedicesimo al traguardo. Davanti al pilota olandese ha concluso Luca Engstler, quindicesimo con la sua Hyundai. Infine é da segnalare l’assenza di Néstor Girolami. Il pilota argentino aveva rotto il motore della sua Honda in Gara 2.

Andrea Galati Giordano

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WTCR: Yann Ehrlacher conquista il titolo ad Aragón. Yvan Muller vince Gara 2. Sfortuna Honda Successivo WEC: Aston Martin abbandona il programma GTE-Pro?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.